Menu
Search
Search

CARTA GOMMATA

CARTA GOMMATA
CARTA GOMMATA

La chiusura delle scatole con la carta gommata è un sistema "antico" ma sempre attuale, grazie all'elevato numero di problemi che risolve.
L'esempio di carta gommata che tutti quotidianamente tocchiamo sono i francobolli, i quali, con una leggera umettatura, si attaccano definitivamente alla carta della busta. 
Per questo la carta gommata è usata con successo per la chiusura di imballi in cartone per via della sua definitiva adesione al collo: infatti la striscia di carta non può essere rimossa né col calore, né cercando di strapparla dalla scatola. Questo fa sì che i colli giungano a destinazione senza manipolazioni o furti durante il trasporto.
La colla vegetale che gomma la carta può sopportare qualsiasi sbalzo termico, per cui la carta gommata risulta ideale per pacchi che vanno stivati in cella frigorifera.
Fabbricata anche con fili di rinforzo in fibra naturale o sintetica - per dare al pacco, anche pesante, una sicura tenuta - la carta gommata è inoltre il sistema più ecologico per la chiusura delle scatole, perché è della stessa natura del cartone e quindi si ricicla insieme alla scatola stessa.
La carta gommata (normalmente color avana, ma anche bianca) è personalizzabile con il logo dell'azienda. 
Per la sua applicazione ci si serve delle umettatrici per carta gommata, pratici dispenser che inumidiscono e tagliano le strisce per l'applicazione. Il sistema di chiusura può essere con una striscia, a croce e ad " H ".

CARATTERISTICHE
È realizzata in materiale 100% biodegradabile di provenienza vegetale
Fa corpo unico con il cartone, per una sigillatura permanente anti effrazione
Ha possibilità di personalizzazione, per pacchi unici e originali
Offre una maggior sicurezza dell’imballo
Contribuisce a ridurre lo spreco di materiale per un maggior risparmio

Immagini